Caterpillar

Come sfruttare al meglio tutte le potenzialità della canapa da fibra

Il Piano CATERPILLAR (CAnapa TEssile peR la ProduzIone di aLimenti funzionaLi e di biomAsse pRoteiche per l’alimentazione animale) si inserisce nel contesto della filiera canapicola italiana; al fine di diversificare la produzione ed aumentare la redditività propone lo sfruttamento di tutte le potenzialità della coltura, implementando gli aspetti legati agli usi alimentari dei prodotti e degli scarti delle lavorazioni della canapa da fibra. Il Piano fa riferimento alla coltivazione biologica di canapa monoica e si basa sulla raccolta differenziata di cime per la produzione di sementi e di fusti per la produzione di fibra tessile e tecnica. Le sementi saranno utilizzate per la produzione di olio e farina, i fusti saranno utilizzati per la produzione di fibra e canapulo.
La fibra sarà estratta dai fusti in un bioreattore prototipale per la macerazione microbiologica; larve del dittero Hermetia illucens ripuliranno la fibra macerata dal biofilm batterico e dalla componente pectica che la ricoprono, alimentandosi. La biomassa larvale così ottenuta sarà valutata per l’impiego per l’industria mangimistica.
Il Piano CATERPILLAR consentirà di sfruttare al massimo le potenzialità della coltura generando nuovi sottoprodotti ad elevato valore aggiunto che aumenteranno redditività e competitività, aprendo l’azienda a nuovi mercati.

OBIETTIVI

Il Piano CATERPILLAR è finalizzato alla produzione e caratterizzazione oggettiva di farine e preparati ad elevato contenuto proteico per l’alimentazione umana ed animale dalla lavorazione e trasformazione di prodotti e scarti della filiera della canapa industriale:
1. Produzione di olio e farina da seme di canapa biologica e caratterizzazione chimica del profilo nutrizionale e nutraceutico;
2. Sviluppo di nuovi formulati per la panificazione contenenti farina ed olio di canapa e caratterizzazione del profilo sensoriale e nutrizionale;
3. Messa a punto di un sistema ecocompatibile per la pulizia della fibra macerata, basato sull’impiego di larve del dittero Hermetia Illucens;
4. Caratterizzazione del profilo nutrizionale della biomassa larvale allevata su fibra di canapa macerata, al fine di una sua valorizzazione per l’uso industriale, alimentare o mangimistico;
5. Sviluppo dalla biomassa larvale di nuovi formulati e/o integratori proteo-oleici per l’alimentazione animale,
6. Realizzazione di un modello di filiera biologica corta e sostenibile da applicare anche ad imprese agricole biologiche situate in aree interne con problemi di sviluppo.

 

 

DURATA progetto mesi n 24 (inizio attività: 01/04/2020; fine attività: 31/03/2022)

CAPOFILA: Open Fields

PARTNER:

CREA- Consiglio per Ricerca in agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria

Azienda Agraria Sperimentale Stuard Scrl

Azienda Ca’ d’Alfieri

Azienda Pedrazzi

Università di Parma

Naturfibre

Agriform