Bollettino agrometorologico n. 16 del 24/06/2022

Sintomi iniziali di peronospora sulla vite. Attenzione al ragnetto su orticole e soia

Andamento meteorologico dal 15 al 21 giugno 2022
STAZIONE Slm     T° Max   T°  Min    T°  Med Esc. U. R. Med Pioggia mm
NEVIANO ARDUINI 514 32 21,4 26,3 10,6 51,7 0
VARANO MARCHESI 440 32,1 20,9 26,5 11,2 51 0,2
MAIATICO* 317 33,4 19,6 27 13,8 53,9 0,7
PIEVE CUSIGNANO 270 48,3 0
SALSOMAGGIORE 170 33,2 20 27 13,2 54,7 0
PANOCCHIA 170 ..
SIVIZZANO – Traversetolo* 136 34,7 18,2 26,8 16,5 0
PARMA URBANA 60 34,2 21,6 27,9 12,5 45,9 0,6
S. PANCRAZIO 59 34 18,8 27,2 15,2 56,3 0
FIDENZA* 59 34 20,4 27,4 13,6 0,7
SISSA* 32 34,7 18,2 26,8 16,5 0
ZIBELLO 31 0
GAINAGO – Torrile 28 34,3 17,8 26,5 16,5 56,4 0
… = dato non rilevato.              *= dato ottenuto per interpolazione.

PREVISIONI DEL TEMPO DAL 25 AL 30 GIUGNO 2022

SABATO 25: cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature minime 17-22°C, massime 27-34°C.

DOMENICA 26: prevalenza di cielo sereno. Temperature minime stazionarie, massime in lieve aumento.

TENDENZA DEL TEMPO DA LUNEDI’ 27 A GIOVEDI’ 30 GIUGNO: prevalenti condizioni di tempo stabile e soleggiato con possibili locali piovaschi limitati ai rilievi. Le temperature, in lieve graduale aumento, si porteranno su valori attorno a 36°C nelle zone interne.

POMODORO. Le colture più precoci di pomodoro sono in fase di inizio invaiatura dei frutti del primo palco, seguono a scalare tutti gli altri impianti. Considerato l’andamento climatico, è fondamentale che l’apporto idrico sia commisurato alle esigenze del vegetale in funzione della fase fenologica e delle caratteristiche del terreno, nonché al metodo di irrigazione (aspersione, microirrigazione). Relativamente all’aspetto fitosanitario, attualmente l’attenzione va posta soprattutto nei confronti delle infezioni di alternaria, favorita da clima caldo-umido), mentre il rischio di infezioni peronosporiche è molto basso. Pertanto, è necessario rinnovare la protezione con prodotti soprattutto ad azione contro alternaria ed eventuale aggiunta di rame in caso di presenza di batteriosi o in caso di temporali/grandinate. Per quanto riguarda i parassiti animali, le attuali condizioni atmosferiche sono favorevoli alle infestazioni di ragnetto rosso, per cui si raccomanda di monitorare con attenzione i bordi degli appezzamenti, soprattutto se in prossimità di strade polverose o appezzamenti di cereali in fase di trebbiatura. In caso di riscontro, consultare il tecnico prima di intervenire. Segnalati danni su frutto dovuti a nottua gialla; attualmente in campo si osservano tutti gli stadi di sviluppo (adulti, uova, larve). Anche in tal caso, si raccomanda di tenere monitorata la coltura e, se si supera la soglia di 2 piante con uova e/o larve ogni 30 piante controllate, intervenire con i prodotti in funzione delle loro diverse modalità di azione (ovo-larvicida, larvicida).

FRUTTIFERI E VITE. Per quanto riguarda la vite, nei campi spia e in alcuni appezzamenti sono stati osservati sintomi di peronospora su foglia e su grappolo, mentre le infezioni oidiche attualmente sono ancora contenute. In aumento i sintomi dovuti al mal dell’esca. Pertanto, si consiglia di mantenere protetta la vegetazione soprattutto contro oidio, preferibilmente con prodotti affini alle cere. Si ricorda che è obbligatorio un intervento insetticida nei confronti di scafoideo, vettore di flavescenza dorata, entro e non oltre il 10 luglio (ideale dal 20 al 30 giugno). Le aziende biologiche e le aziende che impiegano prodotti a base di prodotti ammessi in agricoltura biologica dovranno effettuare obbligatoriamente un secondo intervento indicativamente 7-10 giorni dopo il primo. Per quanto riguarda melo e pero le condizioni climatiche attuali non sono favorevoli alle infezioni fungine, se non quelle oidiche, mentre possono favorire infestazioni di ragnetto e di insetti. Si segnala che è iniziata la fase di ovideposizione della seconda generazione di carpocapsa; pertanto, dalla prossima settimana è possibile intervenire con prodotto ovo-larvicida. Per drupacee è il periodo corretto per intervenire con un prodotto larvicida contro Cydia funebrana (cidia del susino) e Cydia molesta (tignola orientale del pesco).

Redatto da Consorzio Fitosanitario Provinciale e Azienda Agraria Sperimentale Stuard con la collaborazione di: Servizio Fitosanitario regionale, Associazioni dei Produttori, ARPA-SIM. Testo completo del bollettino di produzione integrata e biologica sui siti www.fitosanitario.pr.it e www.stuard.it.

Per informazioni più dettagliate, vedi l’allegato.

 

16_bollettino_pr_20220624.pdf